mercoledì 11 gennaio 2017

Orgoglio e Pregiudizio - Jane Austen

Le mie edizioni di Orgoglio e Pregiudizio
VOTO: 5/5
CONSIGLIATO: Agli animi romantici

Inauguro questo spazio dedicato ai libri con uno dei romanzi che amo di più e che dall'Ottocento ai giorni nostri continua ad affascinare.

Orgoglio e Pregiudizio, di cui la trama è notissima ma che vi lascio qui in breve, parla della famiglia Bennet e si incentra soprattutto sulla figura di Elisabeth Bennet. Ella è la secondogenita di cinque sorelle. Obiettivo della madre è quello di far avere un buon matrimonio ad almeno una delle sue figlie soprattutto in mancanza di un figlio maschio. La storia comincia quando la signora Bennet viene a conoscenza che Netherfield Park è stato affittato da un "giovanotto ricchissimo" e intende in tutti i modi far la sua conoscenza.
Il signor Bingley, colui che ha affittato la tenuta, arriva nell'Hertfordshire con una compagnia di cui fa parte anche il suo amico, il signor Darcy, che subito si distingue non solo per il suo portamento e la sua rendita di diecimila sterline l'anno, ma anche per essere "l'uomo più orgoglioso e antipatico del mondo".
Bingley subito prova attrazione per la maggiore delle sorelle Bennet, Jane, ma all'improvviso torna a Londra interrompendo i contatti. Elisabeth viene a conoscenza che la causa della sventura dell'amata sorella è stato Darcy sicuramente mosso dai suoi pregiudizi...

Si sa che tutti i libri di Jane Austen finiscono con un lieto fine ma la magia del suo scritto si può conoscere solo perdendosi tra le pagine di questo immenso capolavoro. Scritto in modo molto dettagliato ma mai noioso, attraverso i personaggi si riesce a capire anche il punto di vista dell'Austen, spesso tagliente ma giusto.
I personaggi li ho semplicemente amati. Elisabeth è coraggiosa e non si piega alle convenzioni del tempo, sa che per avere un futuro agiato deve contrarre un buon matrimonio ma ciò non le impedisce di rifiutare non una ma ben due dichiarazioni. Vuole sposarsi solo per amore e non per status. Mr. Darcy, come già accennato, viene etichettato come l'uomo più antipatico ed orgoglioso del mondo, ed ha anche tutte le carte in regola per comportarsi in questo modo, ma sa anche essere un amico fidato e farà di tutto per dimostrare il suo buon cuore.
Personaggi degni di nota poi sono Lady Catherine de Bourgh, sempre ferma nelle sue convinzioni, e il Signor Collins, sempre fermo nella sua stramberia.
Personalmente ho letto quest'opera innumerevoli volte e c'è un qualcosa, un particolare, un gesto, un emozione che si scopre ad ogni nuova lettura. L'amore tra Darcy ed Elisabeth cresce di pagina in pagina e supera orgoglio e pregiudizi.

Di quest'opera esistono molti adattamenti ma io ho amato moltissimo quello del 2005 con Keira Knightley e Matthew Macfadyen. Questo anche se ha saltato alcune parti, riesce a trasportarti nel libro. In tutto il film, come anche nel libro, non vi è un bacio ma la passione è forte e palpabile. Poi la regia di Joe Wright è una garanzia. Keira e Macfadyen sono perfetti nelle parti. Lei delicata ma forte, lui maturo ed espressivo, rendono ampiamente giustizia all'Elisabeth ed al Darcy del libro.
Per quanto riguarda invece l'adattamento televisivo della BBC con Jennifer Ehle e Colin First sarebbe meglio che non mi pronunciassi. Anche se, logicamente essendo di sei puntate, riesce a seguire quasi perfettamente il libro, Elisabeth è troppo zuccherina e Darcy troppo poco Darcy.

E voi amate o odiate questo libro?

Nessun commento:

Posta un commento